La logistica di raccolta del PET viene costantemente migliorata per riuscire a mantenere possibilmente bassi i costi di manutenzione dei punti di raccolta. E ne vale la pena, come dimostra un recente sondaggio sulla soddisfazione.

In Svizzera ci sono, oggi, oltre 40 000 punti di raccolta del PET volontari e obbligatori che forniscono un contributo determinante affinché la popolazione svizzera possa disporre di un sistema di raccolta e smaltimento semplice e pratico delle bottiglie per bevande in PET. Il risultato: una quota di riciclaggio dell’83%.

Per accontentare gli attuali gestori dei punti di raccolta del PET e acquisire nuovi punti di raccolta, l’Associazione PET-Recycling Schweiz è costantemente impegnata nel miglioramento della propria logistica di raccolta e di ritiro. I sondaggi sulla soddisfazione* svolti regolarmente servono come importante fonte d’informazione per il miglioramento delle prestazioni di servizio offerte.

I costi di manutenzione si riducono

Il più recente sondaggio rappresentativo sulla soddisfazione svolto presso i gestori dei punti di raccolta volontari e obbligatori mostra che quasi il 99% è soddisfatto o molto soddisfatto del servizio di ritiro delle bottiglie vuote per bevande in PET. Ancora più rallegrante è il fatto che i costi per la manutenzione dei punti di raccolta vengano definiti ridotti o abbastanza ridotti da un numero sensibilmente maggiore di intervistati rispetto al 2012. Per poter misurare il livello generale di soddisfazione, nel calcolo dell’indice di soddisfazione rientrano questi due e anche altri parametri. Il risultato è molto positivo: la soddisfazione dei gestori dei punti di raccolta si è praticamente mantenuta a un livello alto.

*Fonte: Sondaggio rappresentativo svolto da Domeyer Zaissenberger & Partner, Analisi di mercato, Zurigo 2014

Zufriedenheitsindex I
In un confronto su un periodo prolungato, la soddisfazione è andata man mano crescendo.