PET-Lifestyle | 06.09.2011

Rossis punta sul recycling

Rossis punta sul recycling

Il marchio di accessori Rossis è noto per le sue borse semplici e raffinate. Adesso Rossis punta sempre di più sul PET riciclato.
Francesco Rossi, designer e proprietario della Rossis Zürich, si è sempre preoccupato dei troppi sacchetti di plastica e di carta che spesso finiscono tra i rifiuti dopo essere stati usati una sola volta. Con l’idea di cambiare questa abitudine, ha deciso senza esitazioni di prendere contatto con la PET-Recycling Schweiz: « Ho proposto loro una borsa shopper realizzata con materiale PET riciclato perché può essere utilizzata più volte, inoltre risulta più resistente delle buste di plastica o di carta ».
Dalla collaborazione con la PET-Recycling Schweiz nata una borsa shopper pratica con l’immagine stampata di un cervo. «Per il design ho dovuto tener conto che il PET è un materiale sottile, per cui lo abbiamo utilizzato doppio in alcune parti. Ciononostante, per ogni borsa sono necessarie solo 6 bottiglie PET. A parte questo, non è stato posto alcun limite alla creatività», afferma Rossi. «Per la primavera prossima abbiamo già pianificato una nostra linea recycling. Presenteremo sacchetti da viaggio per biancheria, scarpe, cosmetici ecc. realizzate in PET riciclato. Oltre all’impiego di PET riciclato, Rossis ritira le proprie vecchie borse offrendo in cambio il 20 percento di sconto sull’acquisto di una nuova. «Quando è possibile utilizziamo le parti adoperabili delle vecchie borse per le nuove, così possiamo anche diminuire le emissioni di CO2», dichiara convinto Rossi.

www.rossis.com

 

 

 

 

Commenti

CAPTCHA
Per motivi di sicurezza vi chiediamo di risolvere il calcolo seguente:
9 + 5 =

Inserire il risultato nella casella vuota.